Home arrow PREMIO VIRDIMURA
PREMIO VIRDIMURA
VIRDIMURA 2018 ALLA PRESIDENTE DI MALTA COLEIRO PRECA
Home  in evidenza  A Catania la cerimonia del “Premio Virdimura” assegnato quest’anno a S.E....

A Catania la cerimonia del “Premio Virdimura” assegnato quest’anno a S.E. Marie Louise Coleiro Preca Presidente della Repubblica di Malta 

0 27

Catania – Ha segnato una tappa storica la quinta edizione del “Premio Internazionale Virdimura” che quest’anno è stato consegnato alla Presidente di Malta S. E. Marie Louise Coleiro Preca per aver dedicato tante delle sue attività di aiuto ai bambini malatiLa cerimonia ufficiale si è tenuta nell’Aula Magna del Palazzo Università alla presenza del Magnifico  Rettore dell’Università degli Studi di Catania prof. Francesco Basile, di  Autorità civili, militari  e Accademiche. Erano presenti anche numerose rappresentanze Consolari internazionali, tra queste, l’Ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier e la Console di Malta in Sicilia Chiara Cali. A dare il benvenuto a Sua Eccellenza Marie Louise Coleiro Preca  assieme al Magnifico Rettore sono stati il Prof. Adelfio Elio Cardinale Presidente della Società Italiana di Storia della Medicina, la Prof. Cristina Tornali, Commissario regionale in Sicilia per l’Accademia di Arti Sanitarie, il Prof. Agostino Palmeri presidente del Corso di Laurea in Medicina dell’Università di Catania, l‘Avv. Silvio Aliffi Presidente Associazione Amicizia Sicilia – Malta Supremo Gran Cancelliere Ordine Internazionale Knights of Pythias.

Presenti in sala Consoli di diversi Paesi , anche come Cavalieri di Pythias . Presente la Delegazione Di Sigonella con il Dott. Alberto Lunetta e tre Ufficiali .

Il “Premio Virdimura” si ispira al ricordo della dott.ssa Virdimura, diventata ufficialmente il primo medico donna del mondo nel 1376. Il prestigioso riconoscimento giunto alla sua V° Edizione è stato ideato  dalla Prof. Cristina Tornali a seguito di minuziose ed approfondite ricerche su questa dottoressa catanese del medioevo siciliano, di origine ebraica, la quale grazie alle leggi emanate da Federico II  riesce a conseguire la prima laurea di una donna in medicina, storicamente la prima al mondo, ponendo così’ la nostra terra in una posizione di interessante primogenitura.

L'arrivo della Presidente di Malta al Palazzo del Rettorato in Piazza Università

L’arrivo della Presidente di Malta al Palazzo del Rettorato in Piazza Università

L'ingresso nell'Aula Magna del Palazzo Università di S. E. Marie Louise Coleiro Preca

L’ingresso nell’Aula Magna del Palazzo Università di S. E. Marie Louise Coleiro Preca

La Virdimura si laurea a Palermo nel 1376 e, dopo essere stata esaminata da una regia commissione, viene autorizzata ad esercitare l’attività medica.  La sua laurea è tutt’oggi custodita all’archivio di Stato di Palermo e contiene una nota di merito. La Virdimura prestava assistenza ai poveri, donne e disabili. Questa affascinante figura ha attratto l’interesse della  prof. Tornali che è stata una delle fondatrici dell’AIN (Associazione Italiana Neurodisabili) e del Prof. Ignazio Vecchio docente di Storia della Medicina e Bioetica Medica. Grande entusiasmo è stato manifestato anche  dal Prof. Adelfio Cardinale, Presidente della Società di Storia della Medicina e in atto Presidente del Consiglio Superiore di Sanità il quale ha insignito il premio presso tutta la Società Italiana di Storia della Medicina. Il Premio Virdimura ha pure ottenuto il riconoscimento del MIUR.

L’ evento si è  svolto  con  successo,  di  fronte  ad  un  pubblico  numeroso  ed  attento,  con  una  presenza   di  giovani  studenti  universitari  ed  anche  di   allievi  degli  istituti  superiori.

          La Cerimonia di consegna del Premio dopo i saluti istituzionali a S.E. Marie Louise Coleiro Preca del Magnifico Rettore e l’esecuzione degli inni nazionali di Malta e d’Italia è entrata nel vivo con gli interventi in programma coordinati dal Prof. Ignazio Vecchio il quale ha spiegato inizialmente le finalità del premio che consistono principalmente nella “Promozione della cultura della lotta ai razzismi e all’antisemitismo, per sostenere nella società civile, nelle scuole,  nelle Università e nelle Istituzioni, progetti di pace e di collaborazione, in nome della ricerca e della tradizione storica della Medicina. Altresì tra le finalità del Premio vi è anche la promozione della cultura del rispetto del disabile, del rispetto della dignità della donna, in ambito familiare, sociale, istituzionale, scolastico, universitario e per la lotta al fenomeno dei femminicidi e dello stalking”. Concluso l’intervento introduttivo del prof. Ignazio Vecchio ha preso la parola l’Avv. Silvio Aliffi il quale ha elogiato le finalità del premio e le tante iniziative di beneficenza ad opera di singoli ed associazioni di volontariato che vanno elogiate e replicate come, ad esempio, le attività di aiuto e assistenza verso bambini e adolescenti bisognosi  che da tempo espleta la presidente di Malta. “Il bene deve cominciare a fare notizia anche con iniziative come queste del Premio Virdimura” ha concluso l’avvocato.

Il Prof. Ignazio Vecchio

Il Prof. Ignazio Vecchio

A seguire l’intervento della Prof.ssa Cristina Tornali  la quale ha detto: Abbiamo scelto di consegnare il premio di questa quinta edizione alla presidente di Malta per il suo impegno di aiuto verso i bambini delle scuole e i bambini malatiQuesto premio come è già stato ricordato si ispira ad una donna straordinaria, la dott.ssa Virdimura, che vanta il primato di essere stata la prima donna medico al mondo nel 1376. Ebrea siciliana, operò a Catania e in Sicilia, da donna medico, per il rispetto dei disabili, dei poveri e degli indifesi, autorizzata dal Protomedico di Sicilia e delle leggi del Regno di Sicilia di allora. Ed è proprio in nome di questa straordinaria tradizione che ci appartiene che attraverso un Osservatorio, vogliamo proporre la promozione di un Progetto di Pace fra popoli, religioni e culture diverse, che sancisca una mission culturale di tolleranza, di tradizione scientifica ed umanistica, necessaria per contribuire, attraverso il recupero della memoria storica, ad una migliore formazione di medici ed altri laureati, sempre più preparati alla cultura della solidarietà e del rispetto dei disabili, dei deboli e degli anziani, della dignità della donna in ogni ambito, privato, istituzionale e sociale e alla cultura della promozione della lotta ai razzismi e all’antisemitismo. Concludo dicendo che ho un desiderio, che lo spirito di Virdimura possa alloggiare in tutti i cuori”.  

Altrettanto appassionati anche gli altri interventi.

Il Prof. Agostino Palmeri ha spiegato l’importanza del Premio, esempio virtuoso per gli studenti dell’Ateneo i quali hanno preso parte alla cerimonia di consegna in gran numero.  “L’alto valore  che esso rappresenta” ha sottolineato il prof. Palmeri “è legato soprattutto al messaggio che contiene riguardo la promozione della cultura del rispetto del malato, della dignità della donna contro il femminicidio, della lotta ai razzismi, della cultura della solidarietà verso i più deboli ed i malati tutte tematiche che devono essere esempi virtuosi da imitare per i nostri giovani studenti.” Il prof. Palmeri ha poi accennato ad alcune iniziative che l’Università di Catania sta promovendo anche in collaborazione con Malta, tra questi anche un corso di laurea in inglese.

A concludere gli interventi è stato il Presidente della Società Italiana di Storia della Medicina  Prof. Adelfio Elio Cardinale il quale dopo aver ringraziato S.E. Marie Louise Coleiro Preca per aver accettato il premio, nel ricordare che è stata eletta nel 2014 Presidente della Repubblica di Malta,  ha sottolineato l’eccellente curriculum politico e culturale che essa vanta e le numerose onorificenze, anche italiane che ha ottenuto. Ha poi tracciato il profilo storico del Premio sottolineando che per la Società di Medicina che rappresenta, la più antica d’Italia, il Premio alla Presidente di Malta è un grande evento storico.  “Quello di oggi è un momento storico” ha detto Cardinale “poiché vi è un parallelismo tra le nostre due Repubbliche ed in particolare con la Sicilia  poichè Malta  è la Capitale Europea della Cultura e Palermo è la capitale d’Italia della Cultura. Lo Stato di Malta vanta ad oggi un espansione economica e commerciale ampia e non conosce disoccupazione e questo le fa onore. In atto vi sono diverse collaborazioni con Malta, nel campo della ricerca e di collaborazione nel campo medico, bioetico, sanitario e umanistico. Stiamo anche approntando un progetto per la conservazione e la tutela della biodiversità perchè è importante la conservazione dell’ambiente. Tutti ciò perché nel nostro tempo segnato dalla globalizzazione è sempre più diffuso un nuovo fattore che caratterizza sempre più le nostre società moderne:  l’interdipendenza che richiede soluzioni comuni ed in collaborazione per la risoluzione di problemi tra i vari stati. Abbiamo l’Istituto di Cultura Internazionale a Malta per promuovere progettualità comuni poichè Sicilia e Malta vantano una tradizione storica di grande prestigio e una posizione geografica che li pone al Centro del Mediterraneo.”  

A conclusione degli interventi la Prof. Cristina Tornali, anche a nome dell’Associazione Italiana AIN Onlus con la presenza del Magnifico Rettore e con il contributo della Società della Storia della Medicina ha proceduto alla consegna del prestigioso premio Virdimura alla Presidente di Malta  Marie Louise Coleiro Preca la quale ha poi preso la parola per il suo intervento di ringraziamento pronunciato in inglese che riportiamo, tradotto, a fine articolo. Al termine lo scambio dei doni.

Nelle precedenti edizioni oltre alla prof. Tornali e al prof. Ignazio Vecchio, sono stati insigniti autorevoli e noti personaggi della cultura e delle istituzioni, rispondenti,  ai requisiti di sensibilità e di umanità espressi dalla Virdimura  e da tutto il progetto che è un impegno per la Pace, contro i razzismi e l’antisemitismo  e per la formazione umanistica ed umanizzante dei medici. Tra i premiati ricordiamo anche, l’Ambasciatore Israeliano presso la S. Sede Zion Evrony e la scrittrice artista studiosa di autismo Myriam Jaskierowicz Arman.

            Ricordiamo infine che, iI Premio Virdimura, marchio internazionale, ogni anno viene consegnato a chi nelle opere e nei fatti impersona lo spirito della dottoressa Virdimura. Il premio è anche un simbolo contro i razzismi e i femminicidi e, a chi spende la propria vita per la ricerca e per il bene sociale.

A conclusione della cerimLi   onia S.E. Marie Louise Coleiro Preca  ha proseguito la sua visita in Sicilia a Palermo dove ha incontrato il Presidente della Regione Nello Musumeci e i deputati dell’ARS nel corso di una seduta straordinaria. 

                           ROSARIO  MESSINA 

http://www.siciliafelix.it/in-evidenza/a-catania-la-cerimonia-del-premio-virdimura-assegnato-questanno-a-s-e-marie-louise-coleiro-preca-presidente-della-repubblica-di-malta/ 

Luise Marie Coleiro “ ci dice Cristina Tornali “ impersona perfettamente lo spirito della Virdimura , una donna impegnata , di origine mediterranea , che si muove per la pace e per l’aiuto nel sociale.  La sua visita in Sicilia, che lei considera “terra sorella” proseguirà a Palermo non solo a Palazzo dei Normanni , ma per espressa sua richiesta  all' Istituto di cura Ismet , in visita ai bimbi malati 

I saluti del Prof. Francesco Basile

I saluti del Prof. Francesco Basile

Esecuzione degli Inni Nazionali

Esecuzione degli Inni Nazionali

Gli Inni Nazionali di Malta e Italia

Gli Inni Nazionali di Malta e Italia

L'intervento della Prof. Cristina Tornali

L’intervento della Prof. Cristina Tornali

La consegna del Premio Virdimura

La consegna del Premio Virdimura

La foto con il Premio

La foto con il Premio

La Prof Cristina Tornali consegna il dono della "Chiave del Cuore" alla presidente di Malta

La Prof Cristina Tornali consegna il dono della “Chiave del Cuore” alla presidente di Malta

L'intervento di S. E. Marie Louise Coleiro Preca

L’intervento di S. E. Marie Louise Coleiro Preca

Il saluto di congedo del Magnifico Rettore Prof. Francesco Basile

Il saluto di congedo del Magnifico Rettore Prof. Francesco Basile

La Presidente di Malta risponde alle domande dei giornalisti

La Presidente di Malta risponde alle domande dei giornalisti

La Prof. Cristina Tornali e la Prof. Luigia Melillo  con la Presidente

La Prof. Cristina Tornali e la Prof. Luigia Melillo
con la Presidente

Il pubblico presente alla cerimonia di consegna del Premio Virdimura

Il pubblico presente alla cerimonia di consegna del Premio Virdimura

Lo Stendardo dell'Università di Catania

Lo Stendardo dell’Università di Catania

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
PREMIO VIRDIMURA 2018

 IL PREMIO VIRDIMURA 

Il Premio Internazionale Virdimura,  ®è giunto ormai alla sua V° Edizione . La prof. Cristina Tornali, ne detiene legalmente la proprietà intellettuale essendone stata l'ideatrice ,  dopo aver approfondito le ricerche sulla figura  storica della Virdimura .  Il Premio Vrdimura, infatti, nasce dalla rievocazione storica di  questa dottoressa catanese del medioevo siciliano , di origine ebraica, che grazie alle leggi federiciane , attraverso un vero e proprio esame istituzionale , si colloca in un primato mondiale : la prima donna medico della Storia .  Virdimura , infatti, riesce a conseguire la prima vera  abilitazione all’esercizio dell’arte medica collocandosi storicamente la prima “dottoressa” al mondo.

La figura di Virdimura pone così  la  terra di Sicilia in una posizione di interessante primogenitura . La Virdimura catanese e moglie di un certo Pasquale di Catania , anch’egli medico,  si laurea a Palermo nel 1376 dopo un esame approfondito operato da una regia commissione.  La sua laurea è tutt'oggi custodita all'archivio di Stato di Palermo contiene una nota di merito: Virdimura si occupava di poveri, donne e disabili. Questa figura ha inizialmente attratto l'interesse della  prof. Tornali, che già da allora si occupava dell'AIN, Associazione Italiana Neurodisabili insieme ai Presidente AIN Onlus  prof. Ignazio Vecchio docente di Storia della Medicina e Bioetica Medica .

Successivamente questa affascinante figura ,quindi  ha entusiasmato  il prof. Adelfio Cardinale , Presidente della Società di Storia della Medicina e in atto anche vice presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Egli , infatti,   ha conferito al Premio una particolare attenzione presso tutta la Società Italiana di Storia della Medicina, che insieme all'Università di Catania , hanno patrocinato l'evento  , primariamente promosso dall' AIN ONLUS (ente riconosciuto nell'ambito dell'Università di Catania per l'attenzione da sempre rivolta non solo ai malati ma alla formazione degli studenti universitari ) 

Il Premio Internazionale Virdimura ha il prestigioso riconoscimento anche del MIUR ed anche è patricinato quest'anno  dall'Accademia di Storia di Arti Sanitarie . 

L’ Ordine Internazionale dei Cavalieri di Pythias ha, inoltre,  patrocinato  l'evento. L'avv. Silvio Aliffi, supremo Gran Cancelliere è anche Presidente della Associazione di Amicizia Italia Malta. Sono stati insigniti del premio , nelle passate edizioni figure importanti come l'Ambasciatore Israeliano presso la Santa Sede Zion Evrony , la scrittrice artista studiosa di autismo Miriam Jaskierowicz Arman,  il Rav. Riccardo di Segni ,  la stessa prof. Tornali e il prof. Ignazio Vecchio riconosciuti dalla SISM in  in relazione ai loro studi storici .

II Premio Virdimura, marchio internazionale,  viene consegnato a chi nelle opere e nei fatti impersona lo spirito della dottoressa Virdimura. Il premio è anche un simbolo contro i razzismi e i femminicidi e a chi spende la propria vita per la ricerca e per il bene sociale. 

 Il Programma del Premio Internazionale Virdimura che si svolgerà a Catania nell'Aula Magna dell'Università nella sede del Rettorato l'11 Giugno alle ore 11.  La data è stata ovviamente indicata dalla stessa Presidente di Malta Marie Louise Coleiro Preca durante il ricevimento dei professori  universitari , presso il palazzo della Presidenza a Malta .  Nel corso dei vari spostamenti culturali della prof. Cristina Tornali  Sua Eccellenza Luise Marie Preca  e la prof. Cristina Tornali si erano diverse volte a vario titolo incontrate al Mediterranean Centre of Culture di La Valletta-Malta fino all'incontro inaspettato  mentre la Presidente di Malta  espletava la sua attività di aiuto nei confronti dei bambini delle scuole e dei bambini malati. 

 

 
PREMIO VIRDIMURA2018 ALLA PRESIDENTE DI MALTA LOUSIE COLEIRO PRECA

Premio Internazionale Virdimura  ,  è giunto ormai alla sua V° Edizione  . La prof. Cristina Tornali, ne è stata l'ideatrice  dopo aver approfondito le ricerche sulla figura  storica di  questa dottoressa catanese del medioevo siciliano , di origine ebraica, che grazie alle leggi federiciane , attraverso un vero e proprio esame istituzionale ,  riesce a conseguire la prima vera  laurea di una donna in medicina,nonché la relativa abilitazione all’esercizio dell’arte medica storicamente la prima “dottoressa” al mondo. La figura di Virdimura pone così  la nostra terra di Sicilia in una posizione di interessante primogenitura . La Virdimura catanese e moglie di un certo Pasquale di Catania , anch’egli medico,  si laurea a Palermo nel 1376 dopo un esame approfondito operato da una regia commissione.  La sua laurea è tutt'oggi custodita all'archivio di Stato di Palermo contiene una nota di merito: Virdimura si occupava di poveri, donne e disabili. Questa figura ha inizialmente attratto l'interesse della  prof. Tornali, che già da allora si occupava dell'AIN, Associazione Italiana Neurodisabili insieme ai Presidente AIN Onlus  prof. Ignazio Vecchio docente di Storia della Medicina e Bioetica Medica , e quindi  ha entusiasmato  il prof. Adelfio Cardinale , Presidente della Società di Storia della Medicina e in atto anche vice presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Il quale  ha insignito il premio, presso tutta la Società Italiana di Storia della Medicina. Il Premio Internazionale Virdimura ha il prestigioso riconoscimento anche del MIUR.

L’ Ordine Internazionale dei Cavalieri di Pythias ha, inoltre,  promosso l'evento. L'avv. Silvio Aliffi, supremo Gran Cancelliere è anche Presidente della Associazione di Amicizia Italia Malta. Sono stati , inoltre insigniti del premio nelle passate edizioni figure importanti come l'Ambasciatore Israeliano presso la S. Sede Zion Evrony e la scrittrice artista studiosa di autismo Miriam Jaskierowicz Arman.

II Premio Virdimura, marchio internazionale,  viene consegnato a chi nelle opere e nei fatti impersona lo spirito della dottoressa Virdimura. Il premio è anche un simbolo contro i razzismi e i femminicidi e a chi spende la propria vita per la ricerca e per il bene sociale. 

 Il Programma del Premio Internazionale Virdimura che si svolgerà a Catania nell'Aula Magna dell'Università nella sede del Rettorato l'11 Giugno alle ore 11.  La data è stata ovviamente indicata dalla stessa Presidente di Malta Marie Louise Coleiro Preca durante il ricevimento dei professori  universitari , presso il palazzo della Presidenza a Malta .  Nel corso dei vari spostamenti culturali della prof. Cristina Tornali  Sua Eccellenza Luise Marie Preca  e la prof. Cristina Tornali si erano diverse volte a vario titolo incontrate al Mediterranean Centre of Culture di La Valletta-Malta fino all’incontro inaspettato  mentre la Presidente di Malta  espletava la sua attività di aiuto nei confronti dei bambini delle scuole e dei bambini malati.

 “ Louise Marie Coleiro “ ci dice Cristina Tornali “ impersona perfettamente lo spirito della Virdimura , una donna impegnata , di origine mediterranea , che si muove per la pace e per l’aiuto nel sociale.  La sua visita in Sicilia, che lei considera “terra sorella” proseguirà a Palermo non solo a Palazzo dei Normanni , ma per sua richiesta  all' Istituto di cura Ismet , in visita ai bimbi malati.”

  

 
Convocazione Assemblea

Il 29 Aprile cm 2017 è convocata l'Assemblea dei soci aventi diritto alle ore 9,30 in prima convocazione e alle ore 10 in seconda convocazione , come già da precedente comunicazione effettuata. Sede Corso Italia 207 . 

 

 
18 ottobre : inaugurata la Giornata del Buon Medico

Dopo l'istituzione della Giornata Europea dei Diritti del  Malato , alla quale anche l'Ain ha dato il suo contributo insieme a Cittadinanzaattiva, l'AIN ONLUS tramite l'ntervento del Prof. Ignazio Vecchio , docente di Storia della Medicina e Bioetica Clinica  ha proposto il 18 ottobre la giornata dedicata alla "buona medicina". In effetti il 18 ottobre la   Chiesa Cattolica rende gli onori a S. Luca, il "santo medico" ,peraltro protettore dei medici.

L'Ain , impegnata nel progetto di "umanizzazione delle cure " ha indviduato in questo giorno  la "Giornata del Buon Medico", attraverso la divulgazione dei buoni principi umani e umanizzanti nell'ambito medico e sanitario.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 65

Sostieni la vita

Copertina del libro "Il medico chiamato a decidere sulla fine della vita"

Acquista online il libro
e sostieni la vita

Sostieni AIN Onlus

Perché sostenere l'AIN Onlus  

Sostenere AIN Onlus è facile. Invia un contributo tramite bollettino di C/C postale n. 61113585 intestato a:
AIN ONLUS ASS. ITALIANA per Neurodisabili da patologie genetiche o acquisite.
O
gni donazione è fiscalmente detraibile. 

 

© 2018 Ain Onlus: Associazione Italiana Neurodisabili - Lotta alla Neurodisabilità
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Registrata con Atto Costitutivo (23.07.04) nel Reg. Trib. al n.100127 - Rg.atti pubblici 30 .07.2004 ,rep n. 49.790 /racc. n.13.640
- Iscriz. Anagrafe Onlus: 04.11.04 Decreto n.266 del 18.07.2003: art. 11 Dgl 974/60. O.N.L.U.S (Organizzazione non lucrativa di Utilità Sociale)
A.I.N. Onlus© è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati. "AIN. Associazione Italiana Neurodisabili" (online) ISSN 1828-5317