Home
I neurodisabili... un mondo di disagio

Consegna del premio a Fedele Confalonieri Fedele Confalonieri ha ricevuto il premio onorario dell’Ain Onlus Italiana in partneriato con l’Università di Catania. Cristina Tornali: “Aiutare una persona ammalata vuol dire garantirle medici validi”

CATANIA – L’attuale presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, già intervenuto all’Università di Catania per una conferenza di “Alma Laurea” sulle problematiche riguardanti l’inserimento dei giovani neolaureati nel mondo el lavoro, ha ricevuto quest’anno il Premio Onorario dell’Ain Onlus Italiana in partneriato con l’Università di Catania. Dal Consiglio direttivo dell’Associazione Italiana Neurodisabili Ain Onlus, è stato ratificato il suo ingresso quale Socio Onorario. La dottoressa Cristina Tornali, vice-presidente dell’Ain, riferisce: “Abbiamo apprezzato non solo la profonda sensibilità di Fedele Confalonieri nei confronti dei soggetti più deboli e delle persone affette da patologie neurodisabilitanti, ma la sua concreta e attiva disponibilità alla divulgazione di queste problematiche nelle reti di comunicazione nazionale”. Confalonieri: “Sono rimasto colpito dalle capacità, dall’entusiasmo e dagli interessi dei giovani di questa città, non a caso definita la Milano del Sud. L’Università di Catania è senz’altro all’avanguardia per poter dare le giuste risposte alle esigenze sempre più pressanti di una società in evoluzione. Catania è una città con risorse di eccellenza dalla quale avviare progetti-pilota che diano concretezza e favoriscano il progresso”. Da diversi anni l’Ain Onlus, oltre a promuovere assistenza nei confronti dei soggetti neurodisabili, si è premurata di fornire formazione qualificata agli studenti universitari futuri medici, operatori dei servizi (fisioterapisti, infermieri, insegnanti) che, nell’ambito delle loro professioni, avranno a che fare con soggetti neurodisabili. Cristina Tornali, medico specialista in Riabilitazione aggiunge: “Aiutare una persona ammalata vuol dire garantirle medici validi, operatori sanitari qualificati e molta umanità, ma occorre preparazione e sensibilità.

La ricerca del senso della qualità della vita si fonda sull’umanizzazione delle scienze e la responsabilizzazione delle coscienze”. Confalonieri, nel ricevere la targa al merito, ha ringraziato l’Ain Onlus ed in particolare Cristina Tornali per il suo impegno umano e scientifico nei confronti dei neurodisabili in quanto “Ogni essere umano, in qualunque momento della sua vita, può trovarsi ad affrontare un disagio di salute”.

 
< Prec.   Pros. >

Sostieni la vita

Copertina del libro "Il medico chiamato a decidere sulla fine della vita"

Acquista online il libro
e sostieni la vita

Sostieni AIN Onlus

Perché sostenere l'AIN Onlus  

Sostenere AIN Onlus è facile. Invia un contributo tramite bollettino di C/C postale n. 61113585 intestato a:
AIN ONLUS ASS. ITALIANA per Neurodisabili da patologie genetiche o acquisite.
O
gni donazione è fiscalmente detraibile. 

 

Partners

Università di Catania
 
 
 
 
Provveditorato agli Studi di Catania
 
 
POLIZIA di STATO 
 

CARABINIERI
 
Maieusis
 
 
 
 






© 2018 Ain Onlus: Associazione Italiana Neurodisabili - Lotta alla Neurodisabilità
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Registrata con Atto Costitutivo (23.07.04) nel Reg. Trib. al n.100127 - Rg.atti pubblici 30 .07.2004 ,rep n. 49.790 /racc. n.13.640
- Iscriz. Anagrafe Onlus: 04.11.04 Decreto n.266 del 18.07.2003: art. 11 Dgl 974/60. O.N.L.U.S (Organizzazione non lucrativa di Utilità Sociale)
A.I.N. Onlus© è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati. "AIN. Associazione Italiana Neurodisabili" (online) ISSN 1828-5317